Argentina

DALLA PATAGONIA ALLE CASCATE DI IGUAZU'

Argentina

Project Description

dal 4 al 19 novembre 2018
16 giorni, 14 notti

In mezza pensione, con accompagnatore dall’Italia e guida locale parlante italiano

44 anni fa Bruce Chatwin visitò la Patagonia e il suo libro successivo illuminò come un faro quella regione remota nella mente di molti viaggiatori. Dopo i panorami mozzafiato di questo pianeta a sé che custodisce un valore naturalistico ed ecologico di straordinaria importanza, il nostro tour classico in Argentina già sperimentato più volte permette di visitare tutte le meraviglie di questa nazione. E il valore aggiunto è il nostro accompagnatore dall’Italia. Pensate che il nonno del nonno di Cesare, Justo José de Urquiza y García, è stato il primo presidente della Confederazione Argentina tra il 1854 e il 1860.

Informazioni

Quota base€ 5600
Supplemento singola€ 1000
CAMBIO APPLICATO (27/04/2018):
1 Euro = USD 0,82

Eventuali adeguamenti valutari potranno essere applicati 20 giorni prima della partenza. La parte quotata in dollari corrisponde al 60% del totale.

La quota comprende

  • trasferimento in pullman riservato da Padova all’aeroporto di Venezia e viceversa;

  • passaggi aerei in classe economica con voli di linea Alitalia e Aerolineas Argentinas;

  • tasse aeroportuali (al 27/04/2018 € 532); franchigia bagaglio kg. 23;

  • nr.14 pernottamenti in camera doppia presso gli hotels 4 – 5* indicati + early check in e late check-out a Buenos Aires;

  • trattamento di mezza pensione come da programma;

  • trasferimenti, visite ed escursioni come da programma con pullman riservato A/C, incluso spettacolo di tango a La Ventana, crociera sul canale di Beagle, crociera sul Lago Argentino e crociera per l’avvistamento delle balene;

  • guide locali parlanti italiano durante il tour;

  • accompagnatore DOIT VIAGGI dall’Italia (al raggiungimento dei 15 partecipanti);

  • la polizza assicurativa medico – bagaglio AXA con massimale fino a € 10.000;

  • borsa da viaggio e guida (1 a coppia); documentazione di viaggio.

La quota non comprende

  • assicurazione contro l’annullamento senza franchigia: € 195 in doppia, € 290 in singola;

  • le mance pari a Euro 70 che verranno raccolte in loco dall’accompagnatore;

  • i pasti non indicati; le bevande; gli extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

Condizioni e polizze

Richiedi disponibilità

Nome di riferimento *
N. persone *
Telefono *
Email *
Quale viaggio ti interessa? *
Messaggio *
Desidero iscrivermi alla newsletter:
Dichiaro di accettare la privacy policy.

Itinerario dettagliato

1° giorno: domenica 04 novembre
VENEZIA – ROMA – BUENOS AIRES

Trasferimento privato da Padova fino all’aeroporto Marco Polo di Venezia. Disbrigo delle operazioni di check-in ed imbarco sul volo Alitalia AZ1462 delle ore 15:20 con arrivo a Roma Fiumicino alle ore 16:25. Coincidenza con il volo Aerolineas Argentina AR1141 in partenza alle 18:15 diretto a Buenos Aires (su richiesta possibilità di partenza dai principali aeroporti italiani). Pasti, film e pernottamento a bordo.

TORNA ALLE TAPPE

2° giorno: lunedì 05 novembre
BUENOS AIRES

Arrivo all’aeroporto Ezeiza di Buenos Aires alle ore 04:40. Dopo il controllo passaporti e il ritiro bagagli, incontro con la guida parlante italiano e trasferimento in città. Assegnazione immediata delle camere presso l’Hotel Carles 4*.

Di struttura moderna e dinamica, Buenos Aires ha saputo conservare le antiche tradizioni e gli angoli più squisiti. Affascinante la differente personalità dei suoi quartieri, la cordialità dei suoi abitanti e l’ampio ventaglio delle sue proposte culturali e commerciali. Tra le zone caratteristiche: il Teatro Colòn, il più importante di tutta l’America latina, inaugurato nel 1908, con una capacità di 3000 spettatori; San Telmo, il quartiere vecchio spesso ravvivato da caratteristici mercatini. Qui risiedono gli artisti e gli artigiani; La Boca, pittoresco quartiere nella zona del porto, con le sue case dai mille colori celebrate dal Tango. Cuore della città è la storica Plaza de Mayo, nucleo dell’insediamento originale risalente al 1580 ad opera del conquistatore spagnolo Juan De Garay, dove sorgono la sede della Presidenza della Repubblica (la Casa Rosada) ed il Cabildo, monumento storico nazionale. Dalla piazza parte I’Avenida de Mayo, prima tra le grandi arterie cittadine, che fu inaugurata nel 1894 e tutti gli edifici che la circondano risalgono alla stessa epoca. Secondo la tradizione spagnola, Buenos Aires è una città con intensa vita notturna. Cinema, teatri, sale di spettacoli, ristoranti e pizzerie sono aperti fino all’alba: “Buenos Aires no duerme”.

Nel pomeriggio tour guidato della capitale argentina di mezza giornata. Questo tour ci introduce ad una Buenos Aires multipla. Vedremo il simbolo della città: l’obelisco. Visiteremo diverse piazze come Plaza de Mayo, Plaza San Martín, Plaza Congreso; viali come tra gli altri Corrientes, Mayo, 9 de Julio; quartieri storici: La Boca, San Telmo, Montserrat; quartieri eleganti come Recoleta e il più moderno Puerto Madero; parchi come Lezama. Visiteremo anche aree finanziarie e commerciali. In serata, trasferimento per la cena al Ristorante “La Ventana” situato nel cuore del quartiere più vecchio della città, San Telmo, luogo dove il tango ha avuto origine. In questo classico edificio è previsto uno spettacolo con un’orchestra di 32 elementi, cantanti ed una coinvolgente esibizione di ballerini professionisti di tango, ballo argentino per eccellenza. Al termine, rientro in hotel per il pernottamento.

Il tango nacque verso la fine del secolo scorso dalla miscela di diversi ritmi che si ballavano negli ambienti dei sobborghi. All’inizio veniva ballato da coppie d’uomini ed interpretato con il flauto, il violino e la chitarra, quindi il flauto è stato sostituito dal bandoneòn, la fisarmonica che le ha dato lo stile definitivo. Arricchito dalla nostalgia e dalla malinconia degli immigrati italiani, il tango si è sviluppato al passo della vita del paese ed ha dato grandi interpreti come Piazzola e Troilo.”

TORNA ALLE TAPPE

3° giorno: martedì 06 novembre
BUENOS AIRES – EL CALAFATE

Dopo colazione trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo Aerolineas AR1820 delle ore 12:15 con arrivo a El Calafate alle 15:30, Incontro con la guida, trasferimento privato al Cyan Hotel El Calafate 3* e assegnazione delle camere. Cena e pernottamento in hotel.

TORNA ALLE TAPPE

4° giorno: mercoledì 07 novembre
EL CALAFATE escursione al ghiacciaio Perito Moreno

Giornata interamente dedicata all’escursione al ghiacciaio Perito Moreno. Dopo colazione, inizieremo la nostra visita guidata lungo la Route 11 verso il Parco Nazionale Los Glaciares. Passeremo dal bordo della parte principale del lago Argentino e proseguiremo verso il ramo chiamato Rico. Una volta all’interno del parco, andremo alla “Curva de los Suspiros” (“Curva dei sospiri”), dove scenderemo dal veicolo per vedere per la prima volta il ghiacciaio Perito Moreno. Più avanti, ci fermeremo al “Muelle Bajo las Sombras” (“molo sotto l’ombra”) in modo che coloro che sono disposti ad andare in barca a vela possano avvicinarsi alla parete meridionale del ghiacciaio (la navigazione “Safari Nautico” è opzionale e quindi non inclusa). Si arriverà ai piedi del Ghiacciaio, immenso fiume di ghiaccio di 3 km. di larghezza e più di 100 metri di altezza. La visita si effettua a piedi, percorrendo le passerelle che attraverso il bosco costeggiano l’incomparabile scenario del ghiacciaio, con la possibilità di osservare i vari distaccamenti. Al termine delle visite al Parco Nazionale si procede direttamente verso l’Estancia Nibepo Aike, dove ci sarà tempo per uno spuntino e in serata per la cena. Rientro in hotel per il pernottamento.

TORNA ALLE TAPPE

5° giorno: giovedì 08 novembre
EL CALAFATE escursione Parque Nacional Los Glaciares

Dopo la colazione, inizieremo il nostro tour lungo la Route 11 verso il porto di Punta Bandera. Imbarco e partenza a Punta Bandera in un moderno e confortevole catamarano per navigare tra gli iceberg attraverso il ramo settentrionale e il ramo di Upsala, verso l’omonimo ghiacciaio. Il tour continua lungo il ramo di Cristina fino al piccolo molo situato a 800 metri dalla tenuta di campagna Cristina dove sbarcheremo. Nelle circa sei ore che passeremo alla tenuta Cristina ci sarà tempo per il pranzo e per la visita guidata al Museo Costumbrista. Successiva partenza in 4X4 percorrendo 9,5 km attraverso un bel sentiero di montagna tra boschi e fiumi patagonici. Arrivo al Rifugio Hielos Continentale e camminata di circa mezz’ora fino a raggiungere il punto panoramico che permette una vista privilegiata del fronte orientale del ghiacciaio Upsala, del lago Guillermo, del ghiacciaio della Patagonia meridionale e della Cordigliera delle Ande. In seguito trasferimento al porto, rientro a Punta Banderas e poi a El Calafate. Pernottamento in hotel.

TORNA ALLE TAPPE

6° giorno: venerdì 09 novembre
EL CALAFATE – EL CHALTEN escursione al ghiacciaio Viedma

Dopo la colazione, si lascia El Calafate, muovendosi in direzione nord verso la località di El Chalten. Giunti qui, si procede per altri 4 km fino al sentiero che conduce ad una radura con una graziosa cascata detta Chorillo del Salto. Dopo aver percorso una lunga strada, pausa per il pranzo al ristorante La Tapera. Arrivati al porto di Bahía Túnel, saliremo a bordo di un’imbarcazione per navigare sulle acque del lago Viedma fino ad incontrare l’omonimo ghiacciaio, il più grande fra gli oltre 300 presenti all’interno del Parco Nazionale Ghiacciaio Argentino, il più grande in assoluto in Argentina, uno dei più importanti della Patagonia Meridionale, vicino alle mitiche cime del Cerro Torre e del Cerro Fitzroy, facente parte della sterminata calotta del Campo Hielo Sur. La navigazione dura circa 2 ore e mezzo, giungendo fino a ridosso del fronte del ghiacciaio dove si potranno ammirare le pareti di ghiaccio di tonalità blu intenso che raggiungono l’altezza di 40 metri. Arrivo al Senderos Hotel 3* e assegnazione delle camere. Cena libera e pernottamento.

TORNA ALLE TAPPE

7° giorno: sabato 10 novembre
EL CHALTEN 

Qui si trova la principale area per il trekking. Ci sarà la possibilità di scegliere fra due diversi percorsi (la scelta dovrà essere comunicata già al momento dell’iscrizione). Entrambi sono adatti a principianti quindi non presentano particolari difficoltà. La differenza fra i due itinerari è nella distanza percorsa.

Fitz Roy / Laguna De Los 3

Una delle più belle escursioni della zona, che ci conduce ai piedi del mitico Monte Fitz Roy. Dopo colazione in minibus si raggiunge il sentiero a 18 km da El Chalten, all’Ostello El Pilar. Poco prima di arrivare, una sosta in un punto panoramico ci offre la prima vista sul Fitz Roy. Si percorre la prima parte di sentiero lungo la sponda del Rio Blanco, accompagnati dal rumore dell’acqua che scorre tra i ciottoli del fiume, in una foresta di ñires, i “faggi decidui” originari della Terra del Fuoco in Cile che si sono guadagnati il primato dell’albero più a sud della terra. Seguendo questo percorso, dopo un’ora di cammino, si giunge ad un primo punto panoramico con una splendida vista sul Glacier Piedras Blancas. Dopo circa 10 Km di cammino da El Pilar si svolta a destra per la Laguna De Los Tres. Si arriva per l’ora di pranzo (pranzo al sacco). La vista del massiccio del Fitz Roy, della laguna e del suo ghiacciaio è spettacolare e il ricordo di questo angolo di paradiso rimarrà per sempre negli occhi di chi ha avuto la fortuna di arrivarci. Il ritorno è su un sentiero differente dall’andata, passando per Laguna Capri e arrivando direttamente a El Chalten. In questo modo è possibile percorrere sentieri differenti durante tutta la giornata. Alla fine saranno circa 20 Km, ma con soli 600 m di dislivello.

Laguna e Cerro Torre

La seconda possibilità termina con una splendida vista sulle montagne più difficili del mondo, il Cerro Torre. Il sentiero è sensibilmente meno faticoso di quello precedente della Laguna de Los Tres. Dopo colazione il sentiero parte dal paese, con una lieve pendenza nei primi minuti, camminando lungo il corso del fiume Fitz Roy. A 20 minuti si incontra il Canyon del fiume Fitzroy River e le cascate. Da qui è un susseguirsi di splendide viste del Cerro Torre. Dopo un’ora e mezza si raggiunge il primo punto panoramico, ideale per una sosta. È il punto migliore per ammirare il Cerro Torre, i suoi ghiacciai. Tornando a Chalten da questo punto, il tempo impiegato per il trekking sarà di 3 ore, ideale per viaggiatori che non desiderano impegnarsi più a lungo. Volendo aggiungere un’altra ora di camminata attraverso una bellissima vallata, si raggiunge il Campo Base De Agostini, da dove partono gli scalatori di tutto il mondo per scalare la vetta. Nei pressi c’è una magnifica vista sul Cerro Torre, sull’Aguja Egger, sul Cerro Standhardt, e sul Cerro Aldea con i magnifici ghiacciai che si riversano nella laguna.

Rientro in hotel e pernottamento.

TORNA ALLE TAPPE

8° giorno: domenica 11 novembre
EL CHALTEN – EL CALAFATE – USHUAIA

Colazione. Dopo il pranzo trasferimento all’aeroporto di El Calafate e partenza con volo di linea Aerolineas Argentinas AR1820 delle ore 16:10 con arrivo a Ushuaia alle ore 17.30. Arrivo al Cilene del Faro Hotel 4* e assegnazione delle camere. Cena in ristorante, pernottamento in hotel.

TORNA ALLE TAPPE

9° giorno: lunedì 12 novembre
USHUAIA Tierra del Fuego N.P., navigazione lungo il canale di Beagle

Colazione. Escursione al Parco Nazionale della Terra del Fuoco, il Parco Nazionale di Lapataia al confine con il Cile, dove si vedranno bellissimi scenari con picchi innevati, laghi e torrenti, sino ad arrivare in una zona dove i primi abitanti, gli indios Ona, usavano accendere grandi fuochi, da cui il nome “Terra del Fuoco”, dato dai primi colonizzatori, per godere la sua natura vergine, i boschi di faggi, i laghi e i fiumi, la baia marina e le torbiere. La terra del Fuoco, nonostante sia il punto più a sud, non è il più freddo: la presenza di mare e la minore quantità di ghiacciai rendono il clima più mite ed è possibile vivere nell’arco di una stessa giornata l’intero ciclo delle quattro stagioni. Con questa escursione avremo modo di ammirare lo scenario della foresta subantartica, situato sulla costa del Canale di Beagle, nel sud-ovest della provincia della Terra del Fuoco, Antartide e Isole del Sud Atlantico. Partiremo dalla stazione ferroviaria “Fin del Mundo”, dove potrete scegliere di inserire una visita al parco sul treno “Ferrocarril Austral Fueguino” (i biglietti del treno non sono inclusi). Il gruppo si ricongiunge allo svincolo Ensenada per visitare la baia di Ensenada con una vista eccellente delle isole Navarino e Hoste, sul lato cileno dell’Arcipelago e dell’Isola di Redonda. Si prosegue con una sosta ad una “diga di castori” per osservare il loro comportamento. Termineremo la nostra visita al parco di Lapataia Bay, dove termina la Strada Nazionale 3, punto di congiunzione dei confini Sud e Ovest. Pranzo in ristorante.

Nel pomeriggio, partiremo dal molo turistico in catamarano per la navigazione nel canale di Beagle. Tra la costa argentina e l’isola Navarino (Cile) sul lato opposto, arriveremo al faro di Les Eclaireurs, il simbolo di Ushuaia. Sulla via del ritorno, passeremo vicino ad alcune piccole isole, arrivando fino a quella dei leoni marini. Rientro. Cena libera e pernottamento.

TORNA ALLE TAPPE

10° giorno: martedì 13 novembre
USHUAIA – TRELEW – PUERTO MADRYN

Colazione. Trasferimento privato in aeroporto e partenza con volo di linea Aerolineas Argentinas AR1897 delle ore 13:45 con arrivo a Trelew alle ore 15.55. Visita di Trelew, il centro più attivo della valle del Rio Chubut. Qui si visitano i punti più attrattivi della città: l’antica stazione dei treni, la piazza centrale e la vecchia cappella. Visita del Museo Paleontologico Egidio Feruglio, che offre una ricca e variata esposizione di geologia e paleontologia della Patagonia. Trasferimento a Puerto Madryn all’Hotel Dazzler 4* e assegnazione delle camere riservate. Cena e pernottamento in hotel.

TORNA ALLE TAPPE

11° giorno: mercoledì 14 novembre
PUERTO MADRYN escursione nella Penisola Valdés

Dopo colazione partenza per l’escursione alla straordinaria riserva faunistica della Penisola Valdes attraverso l’istmo di Ameghino. Salperemo su un’imbarcazione da Puerto Piramides percorrendo le coste del Golfo Nuevo. Si potranno osservare le balene Australi che arrivano su queste coste per accoppiarsi e partorire. Il comportamento di questi grandiosi mammiferi risulta sorprendente e commovente allo stesso tempo, e la possibilità di osservarli da vicino è un’esperienza unica ed indimenticabile. Poi partiremo verso Caleta Valdés, dove si trova una colonia di elefanti marini. Pranzo in ristorante. Successivamente ci dirigeremo verso la parte meridionale della penisola, conosciuta come Punta Delgada, per osservare i leoni marini. Un’altra visita emozionante sarà all’Estancia San Lorenzo, dove tra settembre e aprile, la zona costiera ospita una colonia di circa 500.000 pinguini di Magellano che arrivano su queste coste per riprodursi e fare la muta. Un’area di 123 ettari è stata recintata e riservata ai pinguini di Magellano, rendendola la seconda colonia più estesa dell’Argentina. Sulla via del ritorno, passeremo accanto alle saline e osserveremo da vicino la fauna di terra. Rientro in hotel e pernottamento.

La Peninsula Valdès (area dichiarata dall’UNESCO Patrimonio Mondiale Naturale dell’Umanità), la penisola degli amori, è una delle più spettacolari della Patagonia e rappresenta una grande riserva naturale dove vivono indisturbate diverse specie di animali tra cui pinguini, leoni ed elefanti marini, balene franche, orche, armadilli, struzzi e guanachi. Qui c’è la maggiore concentrazione di fauna marina del pianeta. La maggior parte di queste specie, a seconda dei periodi, trova qui l’ambiente ideale per l’accoppiamento e la riproduzione ed ogni anno è possibile ammirare le varie colonie da distanze ravvicinate. Per gli amanti della natura e degli animali, questa penisola è un paradiso, un immenso parco zoologico in piena libertà che offre spettacoli veramente emozionanti.

TORNA ALLE TAPPE

12° giorno: giovedì 15 novembre
PUERTO MADRYN – TRELEW – PUERTO IGUAZÚ escursione alle cascate Iguazù, lato brasiliano

Dopo la colazione, trasferimento all’aeroporto di Trelew a partenza con volo di linea Aerolineas Argentinas AR1865 alle ore 07:50 con arrivo a Buenos Aires alle ore 09:40. Ripartenza con il volo AR 1732 alle ore 13:55 per Iguazu, con arrivo alle ore 15:45. Trasferimento all’Hotel Grand Crucero 4*. Cena e pernottamento in hotel.

TORNA ALLE TAPPE

13° giorno: venerdì 16 novembre
PUERTO IGUAZÚ cascate di Iguazù, lato argentino

Colazione. La giornata sarà dedicata alla visita delle cascate di Iguazù (lato argentino) durante la quale si avrà modo di godere più da vicino della vista del salto fino a raggiungere il belvedere, situato proprio dove le acque precipitano all’interno della Garganta del Diablo, il punto più impressionate delle cascate. Suggeriamo per i più temerari l’escursione facoltativa della risalita in gommone delle rapide fino al Salto del Diablo. Iguazù si trova in zona sub – tropicale e la vegetazione è molto fitta. Le cascate emergono con forza imponente spezzando il verde della foresta e la natura sfida i nostri sensi offrendo uno spettacolo unico, meraviglioso indimenticabile. Pranzo al ristorante El Fortin. Rientro in Hotel. Pernottamento.

Le cascate sono immerse in una lussureggiante foresta tropicale composta di alberi giganteschi, (2000 specie vegetali, con felci, liane e orchidee), e una straordinaria fauna (400 specie di uccelli fra cui pappagalli, colibrì, tucani,) giaguari e caimani. Con tre chilometri di salti d’acqua, esse rientrano a pieno titolo tra i massimi spettacoli della natura. L’escursione ci porterà fino alla “Garganta del Diablo” (Gola del Diavolo), il salto più alto, da dove l’acqua precipita da un’altezza di 70 metri nella valle sottostante tra i vapori che risalgono dalla profondità del canyon. Qui passa la frontiera con il Brasile ed è proprio qui che il fiume Iguazù precipita da una frontiera basaltica per 80 metri, originando queste cascate così spettacolari. Il rombo fragoroso e la nube d’acqua sollevata conferiscono a questo luogo una valenza magica, tanto che gli indigeni guaranì lo chiamano “il posto dove nascono le nuvole”.

TORNA ALLE TAPPE

14° giorno: sabato 17 novembre
PUERTO IGUAZÚ – BUENOS AIRES cascate di Iguazù, lato brasiliano

Colazione. Escursione alle Cascate (lato brasiliano) lungo i 950 metri di sentieri e punti panoramici per godere della vista dell’impetuoso fiume Iguazù e delle sue cascate. Suggeriamo l’escursione facoltativa del sorvolo in elicottero. Trasferimento in aeroporto e partenza per Buenos Aires con volo di linea AR1733 alle ore 16:35 con arrivo a Buenos Aires alle ore 18:30. Trasferimento all’Hotel Carles 4* e assegnazione delle camere.

TORNA ALLE TAPPE

15° giorno: domenica 18 novembre
BUENOS AIRES – ROMA

Colazione. Giornata libera a disposizione per visite individuali o in compagnia di Cesar. La camera in hotel sarà a disposizione fino alle ore 18.00. In serata trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo Aerolineas Argentinas AR 1140 per l’Italia delle ore 22.45. Pasti, film e pernottamento a bordo.

TORNA ALLE TAPPE

16° giorno: lunedì 19 novembre
ROMA – VENEZIA

Arrivo a Roma previsto alle ore 16.00. Proseguimento alle ore 17.40 con volo AZ1467 e arrivo a Venezia alle 18.40. (su richiesta possibilità di rientro sui principali aeroporti italiani) Trasferimento in pullman riservato a Padova.

TORNA ALLE TAPPE