I nostri viaggi di gruppo

DOIT BEST ITALIA

MANTOVA

“MAR DI LOTO” E BORGHETTO SUL MINCIO

Date: 7 luglio 2019
Con accompagnatrice e guida locale

scarica il programma

Ogni anno tra luglio ed agosto si ripete nel Parco del Mincio il miracolo del Fior di loto: è una fioritura straordinaria, senza eguali nel panorama italiano. In battello, partendo dal piccolo paese di Grazie – che fa parte dei “Borghi più belli d’Italia” – ci inoltreremo in questo fantastico “Mar di Loto”, immersi in un ambiente palustre di rara bellezza. 

Assaggeremo le “mantovanità” in una trattoria consigliata dalla Guida Michelin, premiata con i Tre Gamberi dal Gambero Rosso e che vanta da anni la Chiocciola Slow Food. Con lezione di cucina di Fernando e Daniela!

Visiteremo il 400esco Santuario della Madonna delle Grazie, originale e inaspettato sulle rive del fiume, con 53 antiche statue ex-voto di legno, stoffa e cartapesta e un coccodrillo impagliato sopra le nostre teste… E inoltre Borghetto sul Mincio – romantico borgo coi mulini medievali e le isolette sul fiume – e il Castello Scaligero di Valeggio, dalla cui sommità godremo della splendida vista sulle colline veronesi e mantovane.

ITINERARIO

Partenza in pullman GT riservato. Ecco gli orari di carico:

  • Ore 6.45 S. Donà di Piave (VE)– Stazione ATVO – Piazza IV Novembre
  • Ore 7.00 Noventa di Piave (VE) – Park Hotel Omnia
  • Ore 7.50 Padova– Parcheggio dietro Galleria S. Carlo.

Arrivo a Grazie di Curtatone (MN) e visita guidata al Santuario della Madonna delle Grazie, nato nel 1406 per volontà di Francesco Gonzaga, come ex-voto per una mancata pestilenza. Ogni 15 agosto, in occasione della Fiera dell’Assunta, il sagrato davanti alla chiesa accoglie un coloratissimo Concorso Internazionale di Madonnari, che ha visto nell’edizione del 2018 ben 100.000 visitatori.

A seguire navigazione in battello riservato (1h30) nel Parco del Mincio: intorno a noi uno strabiliante “Mar di Loto”, la flora e la fauna lacustre, un paesaggio incantato. Pranzo in un ristorante consigliato dalla Guida Michelin e da altre pubblicazioni di settore: ingredienti biologici di qualità e ricette della tradizione a due passi dal fiume. A seguire lezione di cucina di Fernando e Daniela, spesso ospiti in programmi televisivi nazionali. Impareremo a tirare la sfoglia e a preparare con le nostre mani l’insalata di cappone dei Gonzaga.

MENU DEGUSTAZIONE

  • Cestino croccante di grana con gelato di formaggio su letto di prosciutto crudo e salame mantovano
  • Sottoli, mostarda mantovana e polenta in tavola
  • Maccheroncini di Fernando e Assaggio di tortelli di zucca
  • Insalata dei Gonzaga con cappone, pinoli, uvetta e sedano dal cuoco di corte Bartolomeo Stefani
  • Millefoglie alla crema
  • Vino, acqua e caffè

MENU bambini fino ai 11 anni

  • Antipasto di polenta e salame mantovano
  • Agnolini (tortellini) mantovani con burro e salvia
  • Millefoglie alla crema
  • Acqua

Verso le 16.00 partenza in pullman verso Borghetto sul Mincio, antico villaggio di mulini e isolette sul fiume. Sul Ponte Visconteo ogni terza domenica di giugno si svolge la “Festa del Nodo d’Amore”: una tavolata di oltre 600 metri e 3.000 partecipanti che festeggiano il celebre tortellino di Valeggio. Passeggiata tra le viuzze del borgo e, per chi lo desidera, salita alla Torre del Castello (130 gradini – biglietto d’ingresso compreso). Ore 18.30 circa: partenza per il rientro alle rispettive destinazioni.

PREZZI E DETTAGLI

95

83

Minimo 20 partecipanti. L’ordine delle escursioni potrà subire variazioni per motivi di ordine tecnico-pratico.

RICHIEDI DISPONIBILITÀ

LA QUOTA COMPRENDE:

  • Viaggio in Pullman GT riservato;
  • Visita guidata al Santuario delle Grazie e accompagnamento della Dott.ssa Annamaria Ferro;
  • Escursione in battello di 1h30 sul Mincio;
  • Pranzo in ristorante con bevande comprese;
  • Lezione di cucina;
  • Ingresso alla Torre del Castello Visconteo;
  • Assicurazione medico-bagaglio.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Tutto quanto non menzionato alla voce “La quota comprende”.

PENALI:

Al viaggiatore che receda dal contratto prima della partenza per qualsiasi motivi anche imprevisto e sopraggiunto, al di fuori delle ipotesi elencate al primo comma, saranno addebitati – indipendentemente dal pagamento dell’acconto di cui all’art.7 comma 1 – il costo individuale di gestione pratica e l’eventuale corrispettivo di coperture assicurative già richieste al momento della conclusione del contratto o per altri servizi già resi, adeguate e giustificabili spese di risoluzione preventivamente indicate nei programmi alla voce Penali da recesso, salvo eventuali condizioni più restrittive – legate a periodi di alta stagione o di piena occupazione delle strutture – che verranno comunicate al viaggiatore in fase di preventivo e quindi prima della conclusione del contratto:

  1. 10% della quota di partecipazione fino a 46 giorni prima della partenza (per quanto riguarda la biglietteria aerea ai sensi della normativa che regola la relativa tariffa;
  2. 30% della quota di partecipazione da 45 a 31 giorni prima della partenza;
  3. 50% della quota di partecipazione da 30 a 21 giorni prima della partenza;
  4. 75% della quota di partecipazione da 20 a 15 giorni prima della partenza;
  5. 100% della quota di partecipazione da 14 giorni prima della partenza.

Nessun rimborso spetta a chi rinuncia il giorno ante partenza o il giorno stesso, o decida di interrompere il viaggio a soggiorno già intrapreso. Il calcolo dei giorni non include quelli di recesso e di partenza.

ATTENZIONE

In caso di annullamento o cambio nome di biglietti aerei di linea, aerei low cost o traghetti abbinati al pacchetto, già emessi, o altri servizi già acquistati e non rimborsabili la penale applicata sarà pari al 100% del costo del biglietto o servizio.

L’ACCOMPAGNATRICE

“Entusiasta della vita e aperta al mondo. Curiosa sempre. Per me viaggiare – come vivere – è un’esperienza a 360° e la cultura non è mai a compartimenti stagni. Propongo viaggi ricchi di tutto ciò che sono stata e che sono: la cultura umanistica della mia Laurea in Lettere, la concretezza organizzativa dei tanti anni di lavoro come responsabile marketing aziendale nel settore arredamento, l’amore per l’enogastronomia che mi ha spinto a tornare all’università per frequentare il Master in Cultura del Cibo e del Vino di Ca’ Foscari. E poi in seguito la qualifica di Sommelier FISAR, i riconoscimenti ricevuti, l’esperienza come Docente di Storia della Cucina Italiana e Regionale e come Animatrice di serate a tema e degustazioni guidate, l’aggiornamento continuo anche in lingua inglese, infine il patentino di Accompagnatore Turistico Abilitato, che mi certifica professionalmente. Quindi cultura, professionalità, esperienza senza mai dimenticare il sorriso: questi i miei punti di forza. Perché quello che voglio offrire coi miei viaggi non è solo una somma di servizi, ma soprattutto un’esperienza indimenticabile.”

7 Luglio 2018|