ARCHIVIO VIAGGI REALIZZATI

Giappone

Giappone

Gran Tour sulle orme della tradizione: Koyo & Sumo

dal 6 al 22 novembre 2015
17 giorni / 14 notti

POSTI ESAURITI!

In pensione completa e con guida locale parlante italiano

SCARICA IL PROGRAMMA
CONTRATTO E POLIZZE

12188248_966778563393394_8733668230973321796_o

I giapponesi hanno un’espressione 花鳥 風月, Kachou fuugetsu che letteralmente significa: fiore uccello vento luna ma comunemente si traduce “sperimenta la bellezza della natura, conosci te stesso”.

AUTUNNO

In autunno il paese danza in un turbinio di foglie cangianti, dagli accesi toni purpurei, brillanti di viola, oro, bronzo e giallo, illuminando montagne e colline e ricoprendole con un tappeto di colori. La tradizione di ammirare questo turbinio colorato si chiama KOYO. Sono due le parole che significano “foglie colorate d’autunno” Koyo e Momiji, entrambe scritte con gli stessi due ideogrammi, 紅葉. Koyo si riferisce al fenomeno del cambiamento dei colori autunnali, soprattutto quando riguarda le foglie degli alberi decidui a foglia larga prima che cadano a terra. Allo stesso modo la parola Momiji è diventata sinonimo di acero (Kaede), il più bello degli alberi di autunno. I posti migliori per questo spettacolo sono Kyoto e Nara dove le foglie incorniciano i tetti spioventi dei templi rimasti a testimoniare tesori inestimabili e tradizioni mai decadute. Da metà novembre fino a dicembre le illuminazioni notturne filtrano tra i rami carichi di foglie colorate creando giochi di luce.

Nel nostro itinerario sono incluse anche le altre mete più importanti: Tokyo, l’energica capitale, una delle più popolose e moderne metropoli del mondo; Takayama, Shirakawago e Kanazawa nelle Alpi giapponesi, paesini di montagna immersi in un paesaggio rurale che sembrano usciti direttamente dall’antichità; l’isola di Miyajima con il Santuario Itsukushima che nei momenti di alta marea sembra galleggiare sul mare; Fukuoka, la città dei divertimenti e del piacere, dove assisteremo al più importante torneo di Sumo. Un viaggio gastronomico nel quale si potranno assaggiare Sushi, Sashimi, Sukiyaki, Tempura, Teppanyaki, Udon, Ramen, Katsudon, Shabu, Teriyaki, Yakiniku, tutto all’insegna del buongusto. Tutto questo e tanto altro viaggiando anche in Shinkansen, o “treni ad alta velocità”, che assicurano collegamenti ultra rapidi ed estremamente sicuri in tutto il paese, i “treni proiettile” che raggiungono i 270 Km/h.

Ritrovo dei partecipanti e partenza con pullman G. T. per l’aeroporto di Venezia in tempo utile per il volo di linea Emirates EK 136 in partenza alle ore 15:25. (Su richiesta la partenza può essere effettuata da Milano o Roma).

Arrivo a Dubai alle ore 00:10. Partenza per Tokyo con il volo di linea Emirates EK 318 alle ore 02:55. Pasti e pernottamento a bordo. Arrivo a Tokyo alle ore 17:20. Incontro con la guida parlante italiano e trasferimento all’Hotel Keio Plaza Tokyo****. Cena “Occidental Set / Rib Steak” al Ristorante “Jurin” dell’hotel. Pernottamento.

Colazione in Hotel. Di fronte all’hotel la prima visita è al grattacielo del Tokyo Government Office. Intera giornata di visita in pullman riservato della capitale. L’area metropolitana di Tokyo ospita un quarto della popolazione giapponese, 12 milioni di anime che vivono nei confini della città.

Visita al Santuario Meiji dedicato all’imperatore e all’Imperatrice Meiji, un edificio particolarmente rappresentativo dell’arte scintoista che si trova al centro di un lussureggiante parco con circa 100.000 alberi. Si procede con una breve passeggiata nella Takeshita Street, una strada pedonale molto popolare tra i giovani adolescenti ricca di boutique, caffè, ristoranti e piccoli negozi indipendenti noti come “negozi antenna”, perché espongono prototipi per test-marketing e individuano le tendenze. Pranzo “Kushiage” al Ristorante “Ginza Isomura”.

La visita continua nella Piazza del Palazzo Imperiale. Una volta era il Castello di Edo ed è ancora protetto dai profondi fossati scavati originariamente, mentre splendide porte e antiche torri di guardia punteggiano le mura a intervalli regolari. Il Nijubashi, un elegante ponte a due archi, conduce all’ingresso principale aperto al pubblico in alcune occasioni. Il Giardino Orientale (Higashi Gyoen) era occupato dal mastio originale.

La tappa successiva è alla Stazione di Tokyo, completata nel 1914 e dichiarata importante patrimonio culturale con il suo stile rinascimentale e l’utilizzo di mattoni rossi. La giornata termina con una fuga nel passato di Tokyo nel quartiere di Asakusa. Ad aprire l’accesso c’è l’imponente portale Kaminari-mon, la Porta del Dio del Tuono con la sua ampia lanterna di carta rossa che conduce nella strada principale, la Nakamise dori che conduce all’emblematico Tempio Sensoji, il più antico della città, dedicato alla divinità della misericordia Kannon. Le numerose strade isolate e strette, sono fiancheggiate da vecchie case e botteghe che vendono oggetti tradizionali, dai kimono ai pettini fatti a mano, souvenir, vestiti eccentrici, parrucche da Samurai, giocattoli, lecca lecca a forma di Hello Kitty e Doraemon. Rientro in Hotel. Cena “Yakitori” al Ristorante “Torigen”. Pernottamento in Hotel.

Colazione in Hotel. Si inizia con l’Ueno Imperial Park, forse il più importante spazio pubblico a Tokyo, l’equivalente del Central Park di New York. Qui si visita il Museo Nazionale di Tokyo istituito nel 1872, il più grande del Giappone con una collezione di più di 110.000 oggetti, reperti archeologici e oggetti di arte antica provenienti anche da altre aree dell’Asia.  La mattina termina con una passeggiata a Tsukiji, il più grande mercato di pesce all’ingrosso del Giappone e in quello affollatissimo all’aperto di Jogai. Pranzo buffet al ristorante “The City Buffet”.

La visita successiva è il Tokyo Dome famoso stadio di baseball degli Yomiuri Giants. Si prosegue con il più antico e il più affascinante giardino di Tokyo, Koishikawa Korakuen, un tipico giardino della famiglia del Daimyo-Tokugawa del periodo Edo. Lo splendido equilibrio fra estetica cinese e giapponese si riflette sul paesaggio che vuole rappresentare gli oceani, i fiumi, le montagne, i campi. La giornata si conclude a Shibuya che può considerarsi l’attraversamento pedonale più trafficato del mondo, di fronte all’uscita della stazione con la statua del cane Hachiko e al 109 uno dei centri commerciali più popolari di Tokyo: qui nascono le nuove tendenze mondiali della moda.  Cena “shabu-shabu” al “Ristorante Uoshin”. Pernottamento in Hotel.

Colazione in Hotel. Partenza per Nikko in pullman riservato. Sosta all’Omiya Bonsai Village per visitare il nuovo museo delle piante bonsai. Nikko è una meraviglia di bellezze naturali e di insuperabili capolavori architettonici del Giappone. Fa parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO dal 1999. Il punto focale della città è il Santuario di Toshogu, completato nel 1636 e dedicato al fondatore dello shogunato dei Tokugawa.

A differenza di altri santuari scintoisti, caratterizzati da un tipo di architettura purificata e in perfetta fusione con il paesaggio circostante, questo sprigiona un’esuberanza di colori, di applicazioni di lamine d’oro e di sculture di ogni genere. In particolare, esso custodisce la famosa scultura delle Tre scimmie della saggezza: “non odo ciò che non si deve udire, non dico ciò che non si deve dire, non vedo ciò che non si deve vedere”, così come quella del Gatto dormiente.

La successiva visita al grande sito Patrimonio dell’Umanità comprende il Tempio Rinnoji, Taiyuin e Yakushido, il Tempio Futarasan, l’edificio Sambutsudo con tre grandi statue di Buddha. Infine sosta all’imponente Cascata di Kegon-no-taki alta 97 metri, una delle più famose del Giappone, e al Lago Chuzen-ji. Pranzo “occidental set fish” al ristorante “Maple”. Rientro a Tokyo in Hotel.  Cena “Tempura” al Ristorante Tsunahachi. Pernottamento in Hotel.

Colazione in Hotel. I bagagli verranno spediti all’Hotel di Takayama dove si pernotterà il giorno successivo, mentre, attrezzati con un bagaglio a mano più piccolo con il necessario per la notte, si parte per Kamakura in pullman riservato. Si tratta di una piccola città costiera, ricca di templi, con un’atmosfera accogliente. Della presenza del governo feudale che si insediò in questa città nel 1192, Kamakura conserva ancora un patrimonio storico di fondamentale importanza. Il modo migliore per scoprire Kamakura è addentrarsi nelle sue strade. I 5 grandi celebri templi della città trasportano dolcemente il visitatore nel XII secolo, in pieno periodo Kamakura.

Intera giornata di visite. Si inizia con il Tempio Kotoku-in dove è situato il Grande Buddha o “Daibutsu”, una statua gigante di 11,4 metri di altezza e 122 tonnellate di peso, che raffigura il Buddha nella posizione del loto sotto la volta celeste. La statua è composta di placche di bronzo montate su una struttura cava, la quale permette di entrare dentro il monumento. Fu completata nel 1252 da Minamoto Yoritomo perché rivaleggiasse con il Buddha di Nara, la statua più imponente di quei tempi.

La visita successiva è al Tempio Hase-Kannon famoso per il suo edificio principale di legno e il suo magnifico giardino in stile giapponese.

Pranzo “Occidental Set Pork” al Ristorante “L’Eglise”. Si prosegue con la visita del Santuario Tsurugaoka-Hachimangu, il simbolo della vecchia capitale, fatto erigere da Minamoto Yoritoshi, antenato dello shogun Minamoto Yoritomo, il fondatore del governo feudale di Kamakura che governò il Giappone dal 1192 al 1333. Si continua il percorso fino ad Hakone. Sistemazione in un tipico Hotel giapponese, un ryokan, Yunohana Onsen Hotel. Il momento migliore per effettuare un bagno rilassante nell’acqua calda della “onsen”, la fonte termale naturale, è prima della cena. Tipica cena “Kaiseki” e pernottamento al ryokan.

RYOKAN

E’ il tipico albergo giapponese risalente all’epoca Daimyo. Lasciate le scarpe all’ingresso, un caldo corridoio di legno conduce alle stanze. Le camere sono grandi stanze senza pareti divisorie, il cui pavimento è ricoperto con il “tatami” (stuoia di paglia di giunco bordata con una striscia di tessuto). Il mobilio è costituito solamente da un tavolo basso e da porte scorrevoli, gli “shoji”. Si dorme su un caldo e soffice “futon” (materasso realizzato con materiali naturali) che sostituisce il letto tradizionale e viene srotolato alla sera dalle cameriere direttamente a contatto con il tatami. Si indossa un comodo “yukata”, un kimono informale di cotone che diventa l’abbigliamento abituale durante la permanenza nel Ryokan. Quando fa più freddo viene messa a disposizione una giacca da indossare sopra, il “tanzen”. La maggior parte dei ryokan dispone di una vasca comune con acqua termale, di cui uomini e donne usufruiscono separatamente.

Colazione giapponese al ryokan. Partenza in pullman riservato per una mezza giornata di visite: prima ad Hakone, sulle pendici del Fujiyama, da dove tempo permettendo si potrà ammirare il vulcano in tutto il suo splendore e si effettuerà una crociera sul Lago Ashi; poi alla Valle Owakudani, la “grande valle bollente” che si trova nell’antico cratere del Monte Kamiyama. L’odore delle esalazioni di zolfo riempie tutta la gola, le nuvole di vapore che si levano dalle fessure e le sorgenti di acqua bollente formano un paesaggio extra-terrestre coronato dal Monte Fuji sullo sfondo.

Trasferimento alla Stazione Mishima e partenza per Nagoya con il Super Express Shinkansen. Cestino da viaggio a bordo. Arrivo alla stazione di Nagoya e cambio di treno. Partenza per Takayama, arrivo alla stazione e trasferimento al Hida Hotel Plaza****. Sistemazione nelle camere riservate. Cena “Hida Beef” al Ristorante “Suzuya”. Pernottamento in Hotel.

Colazione in Hotel. I bagagli verranno spediti all’Hotel di Kyoto dove si pernotterà il giorno successivo, per cui è necessario preparare un bagaglio a mano più piccolo con il necessario per la notte a Kanazawa. Mezza giornata di visite della tradizionale cittadina nel cuore delle Alpi giapponesi. Takayama ha conservato molta dell’atmosfera del Giappone antico. Si visita l’animatissimo mercato del mattino di Miyagawa e la San-machi Old Street, con le sue caratteristiche costruzioni, case di mercanti, locande tipiche, fabbriche di sakè, case da tè.

Partenza in pullman riservato per Shirakawago.  Pranzo “Japanese Set / Chicken & Fish” al Ristorante “Chaya-Chubei”. Visita del vecchio villaggio di Shirakawago, patrimonio dell’umanità incastonato fra suggestivi panorami montani con le antiche fattorie, le “Gashozukuri” della valle di Shokawa con il tetto di paglia a doppio spiovente la cui struttura, adatta alle abbondanti nevicate invernali, ricorda delle mani giunte in preghiera. Le alte mansarde sotto i tetti aguzzi venivano utilizzate per l’allevamento dei bachi da seta. Il tragitto continua fino a Kanazawa. Sistemazione all’ANA Crowne Plaza Hotel Kanazawa****. Cena buffet al Ristorante “Cascade” dell’Hotel. Pernottamento.

Colazione in Hotel. Partenza con pullman riservato per una mezza giornata di tour in una delle città più belle del Giappone: Kanazawa, famosa per i suoi giardini e i suggestivi vecchi quartieri di geishe e samurai. Si visita il Giardino Kenroku-en, uno dei tre più belli del Giappone, creato tra gli anni 1620 e 1840 dalla famiglia Maeda, i Daimyo del feudo, passeggiando fra le vecchie case dei Samurai a Nagamacho. Pranzo “Japanese Set” al Ristorante “Ken-Ken-Ochin”. Si prosegue per Kyoto. Sistemazione al Kyoto Century Hotel****. Cena “Japanese Fusion” al Ristorante “Ninja”.

Pernottamento in Hotel.

Colazione in Hotel. Intera giornata di visite in pullman riservato della città più affascinante. Kyoto è stata la capitale del Giappone per più di un migliaio di anni dal 794 al 1868 ed è divenuta, nel corso di questi secoli, la culla di gran parte di ciò che il paese ha prodotto di più elaborato nel campo delle arti, della cultura, della religione o delle idee.

Si parte con il Tempio di Kinkaku-ji, o “Padiglione d’Oro”, originariamente la villa di riposo di uno shogun Ashikaga, generalissimo del periodo Muromachi (1336-1573), trasformata alla sua morte in tempio. Un meraviglioso giardino si estende davanti a questo padiglione ricoperto con foglie d’oro, replica perfetta dell’edificio originale distrutto nel 1950 e ricostruito nel 1955. Il Ryoan-ji Temple ha un giardino di pietre e di sabbia bianca che incarna l’essenza stessa della semplicità. Si prosegue con il Castello di Nijo costruito nel 1603 per fungere da residenza degli shogun Tokugawa durante i loro soggiorni a Kyoto. È il riflesso della potenza di questi shogun che hanno governato il Giappone per oltre 200 anni. Vi si trovano diversi giardini molto belli e, all’interno del castello propriamente detto, numerose opere d’arte, tra le quali, in particolare, i pannelli dipinti della sala principale.

Pranzo “buffet” al Ristorante “Sara”. Nel pomeriggio si inizia con il Tempio buddista Kiyomizu ai piedi della collina di Higashiyama, fondato alla fine del VIII secolo. L’edificio principale, classificato Patrimonio Nazionale, fu ricostruito nel 1633 dallo shogunato dei Tokugawa: la sua terrazza in legno, sostenuta da 139 pali giganti di 15 metri di altezza, è a strapiombo su un burrone ed offre un magnifico panorama della città.

Si prosegue con il  Sanjusangen-do. Questo tempio, ricostruito nel 1266, è famoso per la sua statua in legno del bodhisattva Kannon dalle undici facce, classificata Tesoro Nazionale. È circondata da 28 statue delle sue guardie e da mille e una più piccole che riproducono il bodhisattva stesso. Inoltre, con i suoi 118 metri di lunghezza, è l’edificio in legno più lungo del mondo. Passeggiata nel quartiere storico di Gyon, reso immortale dal romanzo “Memorie di una geisha”. Nelle strade dalle case che evocano la perfezione architettonica del Giappone antico e dove passeggiano le eleganti maiko (apprendiste geisha), si ritrova un’atmosfera unica. È anche un luogo dove si trovano numerosi negozi che vendono manufatti tradizionali tipici dell’artigianato artistico della città. Rientro in Hotel. Cena Sushi Set al Ristorante “Ganko”. Pernottamento in Hotel.

Colazione in Hotel. I bagagli verranno spediti all’Hotel di Fukuoka dove si pernotterà il giorno successivo, per cui occorre predisporre un bagaglio a mano più piccolo con il necessario per la seconda notte a Kyoto. Partenza per un’intera giornata di visite a Kyoto in pullman riservato. Dopo una breve passeggiata sulla riva del fiume Hozu si procede con la visita al Tempio Zen Tenryu-ji vicino al trafficato ponte Togetsukyo nel quartiere Sagano, Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. E’ un tempio storico e il più importante della setta Tenryuji del Buddismo Zen Rinzai. Con la sua grande affluenza, è difficile credere che questo sia il posto adatto per trovare la calma alla ricerca dell’illuminazione. Una passeggiata nei giardini del tempio ci permetterà di ammirare al meglio i colori dell’autunno.

Pranzo “occidentale” al Ristorante “Fortune Garden”. Nel pomeriggio visita al Tempio Eikando, conosciuto anche come Tempio Zenrinji, appartenente alla setta Jodo del buddismo giapponese. Si continua con il Tempio Daigoji, un importante luogo di culto per la setta Shingon del buddismo giapponese e un sito Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Il grande complesso si trova a sud est del centro di Kyoto e comprende un’intera montagna. La visita successiva è a Tofukuji un grande tempio zen nel sud-est di Kyoto fondato nel 1236 per volere del potente clan Fujiwara, anch’esso particolarmente famoso per i suoi colori autunnali spettacolari. Il suo nome è la combinazione dei nomi dei due grandi templi di Nara, Todaiji e Kofukuji ed è storicamente uno dei principali templi della setta del Buddismo Zen Rinzai. In autunno, la gente viene da tutto il Giappone per vedere i colori autunnali del Tofukuji, spettacolari dal Ponte Tsutenkyo, che si affaccia su una valle di aceri rigogliosi. Rientro in Hotel. Cena “Japanese BBQ” al Ristorante “Dai-Shogun”. Pernottamento in Hotel.

Colazione in Hotel.  Partenza per Uji. Si visita il Tempio Byodo-in, originariamente costruito nel 1052 da Fujiwara Yorimichi che al tempo era il kampaku (consigliere capo) dell’imperatore, e alla casa della cerimonia del tè Tahio-an. Pranzo in ristorante locale.

CERIMONIA DEL TE’

Nota come Sado, esprime la filosofia Zen di vivere il momento. E’ un elaborato rituale eseguito in un ambiente tranquillo, e rappresenta sia un esercizio di contemplazione e conversazione che un momento di riposo. Gli utensili e le ciotole utilizzati sono di fattura finissima, per arricchire con la loro bellezza questa esperienza estetica. Come contrappunto al sapore amaro del tè vengono serviti dei dolci tradizionali.

Trasferimento alla Stazione di Kyoto e partenza per Fukuoka con il Super Express Shinkansen. Sistemazione al Hotel New Otani Hakata****. Cena in ristorante locale. Pernottamento in Hotel.

Colazione in Hotel. Fukuoka sta rapidamente diventando il centro internazionale di Kyushu. Affacciata su un’ampia baia, Fukuoka è divisa in due parti: il settore nord-est, Hakata, che include il porto, e la città vera e propria, sulla sponda occidentale del fiume Naka. La capitale di Kyushu è dedicata al commercio, ai divertimenti e al piacere. Hakata è una delle più antiche città del Giappone, posto di transito per la Corea e la Cina fin dai tempi antichi. Partenza per mezza giornata di visite: si inizia con il Santuario Dazaifu Tenmangu dedicato a Sugawara Michizane, uno studioso del X secolo ingiustamente esiliato, che si narra abbia scatenato per vendetta una serie di calamità sulla capitale: per placare la sua ira venne quindi divinizzato come Tenjin, il dio Shinto protettore della cultura. Un luogo in cui il passato è ancora mantenuto in vita è il Museo Machiya Folk Hakata. Pranzo in ristorante locale. Dopo una passeggiata per un po’ di shopping nel Canal City Hakata, un grande complesso commerciale e di intrattenimento, una “città nella città” con circa 250 negozi, bar e ristoranti, un teatro, centro giochi, cinema, due alberghi e un canale che attraversa il complesso, ci si reca all’impianto sportivo Kokusai per il torneo di Sumo. Cena in ristorante locale. Pernottamento in Hotel.

SUMO

Il Sumo 相撲 è lo sport nazionale del Giappone ed è una forma di lotta corpo a corpo nella quale due rikishi si affrontano vestiti di nient’altro che di un mawashi, un perizoma, con lo scopo di atterrare o estromettere l’avversario dal dohyo, la zona di combattimento costituita da un anello elevato di 4 metri e mezzo di diametro di argilla e ricoperto da uno strato di sabbia. Il Sumo risale a circa 1500 anni fa, in un tempo in cui gli uomini esibivano la propria forza come offerta alle divinità celesti, ma gode ancora oggi di enorme popolarità.

I tornei si svolgono nei mesi dispari dell’anno, sempre nella stessa località. I visitatori dell’impianto sportivo Kokusai possono godersi un intero giorno di incontri durante il torneo di Sumo di Fukuoka a metà novembre, l’ultimo dell’anno. E’ ritenuto il migliore dei tornei di Sumo annuali perché Fukuoka è la città ospitante più piccola, la gente del posto è tutta eccitata per questo avvenimento e i lottatori amano farsi vedere nei bar e nei ristoranti, magari per un buon piatto di chanko nabe, il tradizionale stufato che li aiuta a mantenere il proprio girovita.  Il torneo dura 15 giorni ed ogni giorno si alternano incontri fra i lottatori.

Colazione in Hotel. I bagagli verranno spediti all’Hotel di Osaka dove si pernotterà il giorno successivo, mentre, attrezzati con un bagaglio a mano più piccolo con il necessario per la notte, ci si trasferisce alla stazione ferroviaria di Fukuoka in pullman riservato. Partenza per Hiroshima con il Super Express Shinkansen. Arrivo alla stazione di Hiroshima. Trasferimento con pullman riservato e traghetto all’isola di Miyajima, nel mare interno giapponese.

Mezza giornata di visite passeggiando per Miyajima. Visita al Tempio scintoista Itsukushima dedicato al dio del mare. L’intera isola, con una superficie di 30 chilometri quadrati, è stata dichiarata dal governo sito storico speciale. Gli edifici del santuario sono collegati da corridoi che passano sull’acqua durante l’alta marea, e tutta la struttura sembra galleggiare sul mare. Il torii rosso di legno di canfora che emerge dalle acque è l’emblema del santuario.

Pranzo “Seasoned Pot Rice con anguilla” al Ristorante “Yosakoi”. Si prosegue con pullman riservato per Hiroshima. L’attuale città è stata ricostruita sulle ceneri del bombardamento atomico avvenuto durante la Seconda Guerra Mondiale. Situato dentro il Parco del Memoriale della Pace, il Museo del Memoriale della Pace ospita un’importante collezione di fotografie e di oggetti che ricordano la tragedia che alla fine del 1945 causò la distruzione della città e la morte di 140.000 persone. La Fiamma della Pace brucia davanti al Cenotafio del Memoriale, e continuerà a bruciare finché tutte le armi nucleari non saranno scomparse dalla faccia della terra.

Sistemazione nelle camere riservate all’Hotel Granvia Hiroshima****. Cena buffet al Ristorante “Vent Vert“ dell’Hotel. Pernottamento.

Colazione in Hotel. Trasferimento alla stazione ferroviaria di Hiroshima in pullman riservato. Partenza con il Super Express Shinkansen per la stazione di Himeji. Visita al Castello di Himeji, uno dei più belli di tutto l’arcipelago. Con i suoi cunicoli e labirinti che un tempo rendevano le mura inespugnabili e con il suo tenue color alabastro (le mura intonacate di gesso e gli edifici originari), il castello è un tesoro nazionale.

Pranzo in ristorante locale. Trasferimento alla stazione ferroviaria di Himeji e partenza con il Super Express Shinkansen per la stazione di Shin Osaka. Tour in pullman riservato della capitale commerciale del Giappone Osaka. Situata sulla foce del fiume Yodo, che confluisce nella baia di Osaka, la città dispone di una rete di canali che si intersecano sulle sue strade affollate e che hanno storicamente giocato un ruolo importante nella creazione della ricchezza della città. Città antica e metropoli moderna al tempo stesso, Osaka ha dato i natali al prestigioso teatro di marionette Bunraku. Il quartiere di Umeda è il punto di partenza di ogni visita a Osaka. Attorno al nodo ferroviario composto dalle stazioni delle linee JR, Hankyu e Hanshin e delle tre stazioni della metropolitana, si ergono una quantità di centri commerciali e grattacieli. Città erede di un ricco passato nel commercio tessile all’ingrosso, Umeda registra un’impressionante concentrazione di uffici, banche o alberghi. Il suo centro commerciale sotterraneo, il più grande di tutto il Giappone, forma di per sé un’intera città. La grande ruota rossa installata nella parte superiore dell’edificio Hep Five o l’osservatorio del giardino galleggiante, con una galleria all’aperto a 173 metri dal suolo, offrono una vista mozzafiato sulla città (Umeda Sky Building).

Si conclude con una piacevole passeggiata nel celebre quartiere dei divertimenti di Dotonbori che inizia alla stazione di Namba, dove si dice si sia ispirato Ridley Scott per lescene di strada di Bladerunner: un arcobaleno di luci e insegne incluso il celebre uomo che corre Glico che è acceso dal 1935, un cacofonico groviglio di rumori e l’atmosfera vivace annunciano i suoi ristoranti famosi per la cucina locale takoyaki e okonomiyaki, negozi, teatri, bar, sale pachinko. Sistemazione nelle camere riservate allo Sheraton Miyako Hotel Osaka****. Cena “Sukiyaki” al Ristorante “Tajima-ya”. Pernottamento in Hotel.

Colazione in Hotel. Partenza per un’intera giornata di tour in pullman riservato a Nara, 42 km a sud di Kyoto, antica capitale del Giappone dal 710 al 794, ricordata anche come culla dell’arte, della letteratura e della cultura giapponese. E’ stata inserita con la vicina Uji tra i Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

Pranzo occidentale al Ristorante “Cerf d’Argent”. Nel pomeriggio visite al Tempio buddista Todaiji che ospita il Grande Budda di Nara, il più celebre tra i monumenti antichi della città. Il Daibutsu-den, in cui è contenuta la statua di bronzo, è la costruzione in legno più grande del mondo. Si prosegue con il Santuario shintoista Kasuga famoso per le 3000 lanterne di pietra e di bronzo che vengono accese in occasioni particolari e dove gli edifici dipinti di rosso vermiglio creano un contrasto sorprendente con la vegetazione circostante.

Segue la casa del tesoro del Tempio Kofuku-ji edificato nel 710 dove sono esposte un gran numero di statue buddiste di grande valore e il muro di cinta del tempio racchiude in sé una pagoda a cinque piani che si riflette nelle acque del lago Sarusawa. Infine si visita il Tempio Horyuji che non è soltanto un complesso di straordinaria bellezza, ma anche uno dei luoghi di culto più importanti del Giappone. Si tratta del più antico tempio del paese rimasto intatto essendo stato eretto nel 607, è formato da una quarantina di edifici e rappresenta la struttura in legno più antica del mondo. Trasferimento all’aeroporto Internazionale Kansai in pullman riservato. Partenza con il volo di linea Emirates EK 317 alle ore 23:40 per Dubai.

Arrivo a Dubai alle ore 05:45. Ripartenza con il volo di linea Emirates EK 135 alle 09:40  e arrivo a Venezia alle 13:20. (Su richiesta il ritorno può essere effettuato su Milano o Roma). Rientro a Padova con pullman riservato.

Quota individuale in camera doppia: € 5600
Supplemento singola: €   890
Minimo 15 partecipanti

Le quote di partecipazione sono state calcolate sulla base del cambio: 1 EURO = 135 YEN (21-1-2015).

Eventuali adeguamenti valutari potranno essere applicati 20 giorni prima della partenza. La parte quotata in Yen  corrisponde al 70% del totale. L’iscrizione e la partecipazione al viaggio è regolata dal Contratto di Viaggio; la quota include una Polizza di assistenza sanitaria, rimborso spese mediche e danni al bagaglio fornita da AXA.

  • volo di linea EMIRATES Venezia / Dubai / Tokyo / Osaka / Dubai / Venezia, inclusa franchigia bagaglio 20 Kg;
  • tasse aeroportuali (ad oggi 338 €);
  • assistenza in aeroporto (arrivo/partenza);
  • trasferimenti aeroporto/hotel/aeroporto;
  • trasferimenti, tour ed escursioni, come da programma con pullman riservato per tutto il tour;
  • trasporto separato dei bagagli da Tokyo direttamente per Takayama, saltando una notte di soggiorno ad Hakone l’11 novembre, da Takayama direttamente a Kyoto, saltando una notte di soggiorno a Kanazawa il 13 novembre, da Kyoto direttamente per Fukuoka, saltando una notte di soggiorno a Kyoto il 16 novembre, da Fukuoka direttamente per Osaka, saltando una notte di soggiorno ad Hiroshima il 19 novembre;
  • 14 pernottamenti negli hotel indicati 4 stelle e in un Ryokan con sistemazione in camera doppia;
  • trattamento di pensione completa;
  • guida nazionale giapponese parlante italiano;
  • trasferimenti in treno superveloce Shinkansen da Mishima a Takayama via Nagoya il 12 novembre, da Kyoto per Fukuoka il 17 novembre, da Fukuoka a Hiroshima il 19 novembre, da Hiroshima per Shin-Osaka, via Himeji il 20 novembre;
  • accompagnatore DOIT VIAGGI dall’Italia;
  • entrate indicate nel programma;
  • assicurazione medico bagaglio.
  • bevande, mance (saranno raccolti € 70 dall’accompagnatore in loco) extra personali e quanto non indicato alla voce “la quota include”
  • assicurazione contro l’annullamento (€ 120)
6 Novembre 2015|

Condividi questo viaggio, scegli come!