ARCHIVIO VIAGGI REALIZZATI

Cile

Cile

dal 14 al 27 gennaio 2017
14 giorni, 11 notti

In mezza pensione, con accompagnatore dall’Italia e guida locale parlante italiano

POSTI ESAURITI!

SCARICA IL PROGRAMMA
Mappa
Itinerario e prezzo
la quota comprende
disponibilità e foto

[nwm_map id=”45″]

La quota comprende

  • trasferimento in pullman G.T. riservato da Padova all’aeroporto di Venezia e viceversa;

  • volo di linea intercontinentali e nazionali in classe economica;

  • tasse aeroportuali (al 09/08/2016 pari a 131 €);

  • pernottamenti negli hotel 4* e 3*S indicati in programma o di pari categoria;

  • trattamento di mezza pensione con pranzi e cene come da programma (dal pranzo del 2° giorno alla cena del 12° giorno);

  • tour con bus riservato e guide locali parlante italiano;

  • navigazione fino ai ghiacciai Balmaceda e Serrano;

  • Ingresso al Parco Nazionale Torres del Paine;

  • accompagnatore DOIT VIAGGI al raggiungimento dei 15 partecipanti;

  • borsa da viaggio, documentazione e guida (una a coppia);

  • assicurazione medico bagaglio.

La quota non comprende

  • i pasti non indicati in programma;

  • le bevande;

  • assicurazione contro l’annullamento al viaggio per motivi medici certificabili, senza franchigia: 130 euro (importo assicurabile fino a 4500 euro), 175 euro (importo assicurabile fino a 6000 euro)

  • mance, extra personali e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Itinerario dettagliato

1° giorno: sabato 14 gennaio
PADOVA – VENEZIA – MADRID – SANTIAGO

Da Padova si raggiunge l’aeroporto di Venezia Marco Polo con trasferimento privato. Disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza con il volo di linea IB3245 alle ore 18:50 con arrivo a Madrid alle ore 21:25. Proseguimento con il volo di LA 705 in partenza alle ore 23:55. Pasti e pernottamento a bordo.

TORNA ALLE TAPPE

2° giorno: domenica 15 gennaio
SANTIAGO

Arrivo in mattinata a Santiago del Cile alle ore 09:30, disbrigo delle formalità di sbarco e trasferimento in pullman all’hotel Providencia 4*. Inizio delle visite; camminata per il centro visitando la Cattedrale Metropolitana del XVIII secolo, il Palazzo del Governo “la Moneda”, sede attuale del governo che è stato fino al 1958 la casa dei Presidenti cileni (di questo palazzo si ammirerà solo la parte esterna), la zona pedonale di “paseo” Ahumada. Si prosegue in bus per il quartiere bohemienne di Bellavista e quello residenziale con eleganti palazzi, cuore commerciale e finanziario di Santiago, per arrivare infine al “Cerro San Cristobal” uno splendido parco pubblico dominato dal monumento della Vergine Maria (alto 36 metri), da dove si può godere di una meravigliosa vista della città e della Cordigliera delle Ande. Pranzo in ristorante locale nel mercato centrale. Al termine delle visite rientro in hotel. Cena libera. Pernottamento in hotel.

TORNA ALLE TAPPE

3° giorno: lunedì 16 gennaio
SANTIAGO – PUERTO MONTT – FRUTILLAR – PUERTO VARAS

Prima colazione in hotel. In tarda mattinata trasferimento in aeroporto e partenza con il volo delle ore 13.55 con arrivo a Puerto Montt alle 15.45, dopo lo sbarco partenza in direzione di Frutillar. Durante il tragitto si potranno ammirare l’imponenza del vulcano Osorno (2652 metri) e la magnificenza del lago Llanquihue (il secondo lago più grande del Cile). Visita del paese e della chiesa. Al termine visita della città di Puerto Varas, situata sulle rive del lago Llanquihue, qui prevale un’architettura in stile coloniale, le case infatti sono state costruite in legno dagli immigranti tedeschi all’inizio del XX secolo. Alcune di queste abitazioni sono state dichiarate monumento nazionale. Check-in presso l’hotel Solace 4*. Cena e pernottamento in hotel.

TORNA ALLE TAPPE

4° giorno: martedì 17 gennaio
PUERTO VARAS – CHILOÈ – PUERTO VARAS

Prima colazione in hotel. Intera giornata di escursione all’isola di Chiloè in un percorso di circa 450km. Dalla località di Pargua, breve tragitto per attraversare il canale Chacao, approdo all’omonimo paesino, dove si avrà un primo approccio alla tipica architettura “chilota”. Visita dei paesi di Quemchi e Aucar, in quest’ultimo si trova un impressionante ponte pedonale in legno della lunghezza di 560 metri che collega il paese con il pittoresco cimitero locale. Si prosegue verso Colo dove è presente una delle più tradizionali chiese dell’isola. Le chiese di Chiloè sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità e la maggior parte di esse sono state costruite da congregazioni gesuite in un intervallo di tempo che va dal XVI al XVII secolo. In diversi paesini, come per esempio a Tenaùn, si possono apprezzare le tipiche costruzioni decorate con le tegole di legno nativo come l’alerce, il coigüe e il cipres. Il percorso comprende anche la visita della città di Castro, dove oltre alla chiesa si potranno ammirare le caratteristiche strutture costruite su palafitte, mentre nel mercato dell’artigianato troverete esposti tipici lavori in lana. In serata rientro in hotel a Puerto Varas, per la cena e il pernottamento.

TORNA ALLE TAPPE

5° giorno: mercoledì 18 gennaio
PUERTO VARAS – PUERTO MONTT – PUNTA ARENAS – PUERTO NATALES

Prima colazione in hotel. Durante la mattinata visita di Puerto Varas con i suoi splendidi viali adornati con bellissimi roseti, visita panoramica del lago Llanquihue e del Vulcano Osorno. Dopo la visita di Puerto Montt e della Caleta de Angelmo, uno dei luoghi più tipici di Puento Montt, dove si tiene un mercato artigianale di tessuti di lana oltre a prodotti in vimini, legno, cuoio, conchiglie, metalli e prodotti del mare. Numerose imbarcazioni arrivano portando i locali dai paesi vicini per vendere i loro prodotti. Si possono inoltre gustare nei “cocinerias” prodotti tipici come “cancatos e curantos” in pentola. Ci sono anche bancarelle che vendono miele, formaggi, burro, sciroppi di frutta, pesce essiccato e pesce fresco. Successivamente trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo delle ore 16.20 diretto a Puerto Arenas. Arrivo previsto alle ore 18.35, trasferimento a Puerto Natales e sistemazione presso l’hotel Costaustralis 4*. Cena e pernottamento in hotel.   

TORNA ALLE TAPPE

6° giorno: giovedì 19 gennaio
PUERTO NATALES – GHIACCIAIO BALMACEDA E SERRANO

Colazione in hotel. Intera giornata di escursione in barca navigando lungo il fiordo Ultima Speranza. Dopo circa tre ore si raggiunge il ghiacciaio Balmaceda dove si potranno vedere colonie di leoni marini e di cormorani. Pranzo in corso di escursione. Proseguimento fino alla fine del fiordo, per sbarcare in prossimità del ghiacciaio Serrano, al quale si accede attraversando un sentiero immerso in un bosco patagonico. Rientro in serata in hotel, cena libera e pernottamento.

TORNA ALLE TAPPE

7° giorno venerdì 20 gennaio:
PUERTO NATALES – PARQUE NACIONAL TORRES DEL PAINE 

Colazione in hotel. La giornata sarà dedicata all’escursione al Parco Nazionale Torres del Paine con sosta alla Cueva de Milodòn, dove sono stati scoperti resti di un animale erbivoro chiamato Milodonte. Proseguimento nella steppa patagonica fino a giungere nel Parco Nazionale Torres del Paine. Le Torri del Paine sono maestose montagne di granito che si ergono quasi verticalmente per più di 2000 metri sulla steppa della Patagonia. Ma le Torri e le altre imponenti vette sono soltanto una delle particolarità di quello che è forse il più bel parco nazionale del Sudamerica, caratterizzato da scintillanti laghi turchesi, torrenti e fiumi scroscianti, ripide cascate, ghiacciai, fitte foreste e fauna e flora ricchissime. Adesso la zona delle Torri del Paine sta lentamente superando le conseguenze dovute a un eccessivo sfruttamento dei suoi pascoli, delle foreste, della fauna e della flora che si protrasse per quasi un secolo prima della creazione del parco. Qui ora vivono in piena libertà popolosi branchi di guanachi in costante aumento, stormi di struzzi americani (rhea) inabili al volo o nandù, di condor andini, di fenicotteri e molte altre specie. Dal 1978, il parco delle Torri del Paine e’ parte integrante del sistema Biosphere Reserve (Riserva di biosfera) delle Nazioni Unite. Senza dubbio un grande successo di conservazione ottenuto dal parco riguarda il guanaco (Lama Guanicoe) che ora pascola libero e protetto nelle aperte steppe dove il puma, per natura suo principale nemico, non può avvicinarsi senza essere scoperto. Visita del Salto Grande del Rio Paine, dove si ha la possibilità di apprezzare il maestoso e imponente massiccio montuoso delle Torres del Paine. Pranzo in corso di escursione.  Si prosegue fino al lago Peohe per poi arrivare al lago Grey. Rientro in hotel in serata. Cena libera e pernottamento.

TORNA ALLE TAPPE

8° giorno: sabato 21 gennaio
PUERTO NATALES – PUNTA ARENAS – SANTIAGO

Colazione in hotel. Partenza per il trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo delle ore 14.35 a bordo del volo LA280 con destinazione Santiago. Arrivo previsto alle 18.08. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

TORNA ALLE TAPPE

9° giorno: domenica 22 gennaio
SANTIAGO – CALAMA – SAN PEDRO DE ATACAMA

Colazione in hotel. In mattinata trasferimento in tempo utile in aeroporto e partenza con il volo delle ore 12.00 con arrivo a Calama alle 14.10, da qui si prosegue per San Pedro de Atacama attraversando la “Cordillera Domeyko e de la Sal”. San Pedro è un villaggio che sorge in un’oasi all’estremità settentrionale del Salar de Atacama, un lago salato quasi completamente evaporato. A est del Salar si ergono imponenti vulcani, la maggior parte dei quali non è attiva. Nelle immediate vicinanze c’è anche la pittoresca Valle della Luna, uno dei luoghi più suggestivi della zona di Atacama. San Pedro de Atacama è un’oasi situata a 2440 m sul livello del mare ed è abitata da circa 1000 persone. Quasi tutte le case sono costruite con mattoni cotti al sole separate da cinte di mura fatte sempre di mattoni. Agli inizi del nostro secolo San Pedro de Atacama diventò una delle soste principali durante le transumanze delle mandrie dalla provincia argentina di Salta alle oficinas del salnitro sparse nel deserto. Nel tardo pomeriggio visita della cordigliera del sale, la valle di Marte (detta anche valle della morte) e la valle della Luna, che si trova 15 km a ovest di San Pedro. Quest’ultima è un territorio di rocce di colore rosso modellate dai venti e di grande suggestione realizzato dalla natura in milioni di anni ed utilizzato dai ricercatori moderni anche per testare i prototipi di un futuro insediamento sulla Luna. Luogo ideale per ammirare un meraviglioso tramonto sul deserto di Atacama. Rientro a San Pedro, check-in presso l’hotel Altiplanico 3*S, cena in ristorante locale e pernottamento.

TORNA ALLE TAPPE

10° giorno: lunedì 23 gennaio
SAN PEDRO DE ATACAMA – SALAR DE ATACAMA –TOCONAO – LAGUNAS ALTIPLANICAS

Colazione in hotel. La giornata inizia con la visita alle lagune Miñiques e Miscanti, due piccoli laghi d’altura nella Reserva Nacional de los Flamencos, alimentati dalle fonti d’acqua sotto la superficie della terra. Lo spettacolo naturale è straordinario per il contrasto tra il deserto dell’Atacama e le montagne dalle punte innevate. Si percorrono circa 350 km salendo ad un altitudine di circa 4.500 metri sul livello del mare. Sosta al villaggio di Socaire, caratterizzato dalla presenza di una piccola chiesa di epoca coloniale. Pranzo in ristorante locale. Visita di Toconao, un piccolo “pueblo” coloniale interamente costruito in “liparite”, un tipo di roccia eruttiva”, qui si trovano botteghe artigiane dove vengono realizzati oggetti con la pietra vulcanica. Proseguimento verso il Salar de Atacama, distesa di sale di rara bellezza che si estende per circa 300.000 ettari con una larghezza di 100 km, al cui interno  si ammira la Laguna Chaxa, habitat dei fenicotteri rosa. Rientro in hotel a San Pedro de Atacama, cena libera e pernottamento.

TORNA ALLE TAPPE

11° giorno: martedì 24 gennaio
SAN PEDRO DE ATACAMA – GEISER DEL TATIO – MACHUCA – CALAMA – SANTIAGO

Partenza prima dell’alba per raggiungere i Geiser del Tatio che si trovano a 4000 metri di altitudine, vi si giunge dopo circa 3 ore di viaggio. Una volta arrivati, visita guidata del campo geotermale dove osservare le imponenti fumarole che raggiungono il loro massimo splendore all’alba. Colazione di fronte ai geiser e sosta al pittoresco paesino di Machuca. Box Lunch in corso d’escursione. Si rientra in direzione di Calama ed imbarcarsi sul volo delle ore 16.05, con arrivo a Santiago alle ore 18.15. Trasferimento in città e sistemazione in hotel per il pernottamento.

TORNA ALLE TAPPE

12° giorno: mercoledì 25 gennaio
SANTIAGO – VIÑA DEL MAR – VALPARAISO – SANTIAGO

Prima colazione. Al mattino partenza verso la costa attraversando le valli di Curacavì e Casablanca. Quest’ultima conosciuta per il successo avuto nella produzione di vini bianchi di alta qualità. Si visitano playa Las Salinas, Reñaca e la città di Viña del Mar, detta anche la “Città Giardino” per i bei parchi e le decorazioni floreali. Proseguimento per Valparaiso, città di cerros e colli, dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO. Tra le strette e ripide vie del centro si mescolano case dai diversi stili. Cileno, italiano, francese e tedesco. Basterebbero le colline, le case colorate, il mare all’orizzonte a farvi innamorare di Valparaiso. A questo potete aggiungere artisti seduti in ogni angolo, musica e balli per strada, l’atmosfera decadente degli edifici tipici di una città portuale segnati dal tempo e dai terremoti. La città è considerata la capitale mondiale dei murales, delle vere opere d’arte, meravigliosi. Alcuni nascono da sé, altri sono commissionati dal comune stesso per rendere migliori zone che altrimenti risulterebbero troppo decanti. Rientro a Santiago in serata. Cena e pernottamento in hotel.

TORNA ALLE TAPPE

13° giorno: giovedì 26 gennaio
SANTIAGO – MADRID

Colazione in hotel. Mattinata libera. Nel tardo pomeriggio trasferimento in aeroporto in tempo utile, disbrigo delle operazioni d’imbarco e partenza con il volo LA704 alle ore 20.05. Pasti e pernottamento a bordo.

TORNA ALLE TAPPE

14° giorno: venerdì 27 gennaio
MADRID – VENEZIA – PADOVA

Arrivo all’aeroporto internazionale Barajas di Madrid alle ore 13.00, cambio aeromobile e coincidenza con il volo IB3244 alle ore 15.45. Arrivo a Venezia alle 18.10. Rientro a Padova con bus riservato.

TORNA ALLE TAPPE
14 Gennaio 2017|

Condividi questo viaggio, scegli come!