Viaggi di gruppo

IN LAVORAZIONE

BHUTAN

E VALLE DI KATHMANDU

Data: Settembre, da definire
Durata: circa 15 giorni, da definire

Con accompagnatore dall’Italia e guida locale parlante italiano

Paese buddista, il Bhutan vi colpirà con il suo fascino da “vecchio mondo”, la sua fiorente cultura tradizionale e la sua naturale bellezza. È un paese con grandi e impenetrabili Dzongs e templi, avvolto nelle leggende, alcune risalenti al VII secolo. È stato per secoli chiuso al mondo esterno e la vita al di fuori della capitale sembra davvero come era un tempo. In più questo regno montano scarsamente popolato vanta alcuni degli scenari più spettacolari che potrete mai sperare di trovare. Molte delle montagne dell’Himalaya Orientale raggiungono altezze fra i 6000 e i 7000 metri. Fitte foreste primarie incontaminate con villaggi e fattorie abbarbicati ai lati delle montagne presentano scene di un modo di vivere semplice in completa armonia con la natura con una popolazione il cui stile di vita è immerso nella cultura e nella tradizione. È stato indicato nel 2006 da “Business Week” come il paese più felice in Asia. È guidato da una famiglia reale un po’ paternalista ma illuminata che ama, ricambiata, il suo popolo e che, oltre ad avere introdotto la democrazia, ha tentato di definire uno standard di vita improntato alla filosofia della Felicità Interna Lorda. Così la qualità della vita si misura a prescindere dal prodotto interno lordo:“Non ha senso che il contadino produca cento chili di riso in più se poi non è soddisfatto” disse il penultimo re. Quattro sono i pilastri su cui si basa la politica della felicità: uno sviluppo sociale ed economico equo e sostenibile, la salvaguardia delle tradizioni culturali, la tutela ambientale, il buongoverno. In ossequio al profondo rispetto che la popolazione bhutanese nutre nei confronti della natura, il Regno è uno dei paesi leader nella preservazione dell’ambiente e biodiversità. “Il dogma della illimitata produttività e crescita è ingiusto e insostenibile per le generazioni future” secondo quanto affermato dal capo del governo, quindi ad obiettivi meramente economici viene sostituita quella che oggi si potrebbe definire una responsabilità sociale o, meglio, una sostenibilità di stato. Più del 70% del territorio è ancora ricoperto da foreste. La sua ricca flora e fauna himalayana, gli stupefacenti picchi imbiancati e le rigogliose vallate verdi conferiscono al Bhutan una incommensurabile grandezza estetica.

VUOI SAPERE QUANDO SARÀ DISPONIBILE?

Inserisci i tuoi dati e ti contatteremo non appena sarà pronto il programma di settembre!
Riceverai solo comunicazioni riguardo questo programma, nient'altro.
Se invece vuoi ricevere informazioni riguardo tutti i nostri viaggi, iscriviti alla newsletter!